napoleggiamo
up
home

23/05/2021

Qualificazione Champions fallita, il Napoli non batte il Verona e termina quinto. 1-1 il finale

Qualificazione Champions fallita, il Napoli non batte il Verona e termina quinto. 1-1 il finale

Nell'ultima giornata della Serie A 2020-2021, il Napoli chiude il campionato con l'imperativo di vincere per assicurarsi un posto nella prossima Champions (a prescindere da cosa faranno Milan e Juventus). Al Maradona è di scena l'ostico Verona di Juric. Sarà l'ultima di Gattuso (a meno di colpi di scena) sulla panchina azzurra.

Gattuso sceglie il seguente 11 per il suo 4-2-3-1: Meret tra i pali; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani e Hysaj difesa a quattro; Fabian e Bakayoko a centrocampo; Lozano, Zielinski e capitan Insigne alle spalle di Osimhen.

Juric risponde col 3-4-2-1: Pandur; Ceccherini, Gunter, Dimarco; Faraoni, Dawidowicz, Ilic, Lazovic; Bessa, Zaccagni; Kalinic. Arbitra Chiffi di Padova. Al VAR Nasca di Bari.

Dopo un minuto di raccoglimento per le vittime della funivia caduta tra Stresa e Mottarone, la gara comincia con un Verona molto propositivo. Al 6' le notizie da Bologna non sono buone per il Napoli, la Juventus è già in vantaggio e il Milan pareggia a Bergamo. Ci vuole una accelerazione da parte degli uomini di Gattuso. Al 33' il primo tiro in porta del Napoli dà l'illusione del gol, ma il sinistro di Insigne sfiora il palo a Pandur battuto. Al 43' l'occasione è per Kalinic che però viene rintuzzato in area azzurra. Il primo tempo termina 0-0. Con la Juve sul triplo vantaggio a Bologna e il Milan che vince a Bergamo, il Napoli è fuori dalla Champions. Ci si aspetta di più nella ripresa dal Napoli.

Nella ripresa al 50' Dimarco ha la chance per il vantaggio scaligero ma Meret pone rimedio. A mezz'ora dal termine del campionato il Napoli non riesce a sfondare. Dagli altri campi non giungono buone novità (la Juve va 4-0 e il Milan vince a Bergamo). Al 60' l'episodio che cambia il match. Sugli sviluppi di corner per il Napoli, tra mille rimpalli, il pallone giunge a Rrahmani (l'ex Hellas) che batte Pandur. È l'1-0 per il Napoli. Al 65' Politano rileva Lozano. Al 69' una palla innocua viene mal gestita da Hysaj, Faraoni lo brucia e segna il pareggio veronese. Al 71' entrano Mario Rui e Mertens al posto di Hysaj e Zielinski. Al 75' Bakayoko si divora la palla del 2-1. All'81' Petagna rileva Bakayoko. Napoli a trazione anteriore, ma non trova il 2-1.

Incredibile, all'ultimo giro di boa il Napoli si ferma. Dipendeva tutto da lui. Di fronte ha avuto un Verona non eccelso e si poteva far di più, ma la paura di vincere si è fatta sentire fin troppo. Non bastano 77 punti. Alla fine in Champions ci vanno Milan e Juventus (con Inter e Atalanta) che non hanno trovato ostacoli sul loro cammino. Il Napoli riparte dall'Europa League e da un nuovo allenatore con un nuovo progetto. Quale, poi si vedrà.

 

Vincenzo Perrella

twitter

Spazio Sponsor: