napoleggiamo
up
home

15/04/2019

Di Iorio Ischia Marine, undicesima sinfonia. La capolista ha già un piede in serie B

Di Iorio Ischia Marine, undicesima sinfonia. La capolista ha già un piede in serie B

Imbattuti e a quanto pare imbattibili, i giocatori della Di Iorio Ischia Marine Club trionfano anche a Cava dei Tirreni dove sabato scorso erano attesi dal Dream Team Salerno. I padroni di casa hanno provato in tutti i modi a conquistare punti preziosi per la salvezza, ma la capolista dopo aver sofferto nei primi due quarti, si è espressa al massimo delle sue potenzialità dopo il cambio vasca, chiudendo il match sul risultato di 9-19 che la dice lunga sulla forza della squadra ischitana.

Assenze pesanti anche stavolta per gli isolani che hanno però ancora una volta hanno dimostrato di avere una rosa affidabile in tutti gli elementi. Grande prestazione di Maglitto, immarcabile al centro, e gol spettacolari di Sibilio e Vitullo. Come sempre, ottimo l'apporto nelle due fasi di Capitan Palermo e Fiorillo, con quest'ultimo che finora è stato la grande rivelazione del campionato. Mister Izzo ha dato spazio, come sempre, anche ai più giovani. Le reti di Gargiulo e Fusco hanno confermato il grande senso di amicizia che cementa questo gruppo, con tutti i compagni di squadra che si sono prodigati per consentire ai due ragazzi di andare a bersaglio.

Le sconfitte del Circolo Villani e dell'AC Group Nuoto 2000 hanno consento alla squadra del Presidente Di Iorio di aumentare unteriormente il già cospicuo vantaggio portandolo rispettivamente a +9 sulla seconda e a + 11 sul terzo posto, ora occupato a pari punti dai partenopei e dall'Antares Latina. 

Punteggio pieno miglior attacco con ben 119 reti realizzate, miglior difesa, la sensazione di una netta superiorità rispetto alla concorrenza lasciano pensare che la Di Iorio Ischia Marine Club abbia la promozione ormai in tasca e la Società debba, per forza di cose, iniziare a programmare la prossima stagione che sarà ovviamente molto impegnativa sia dal punto di vista tecnico che economico, mentre la squadra dovrà continuare a giocare ogni partita come fosse una finale per raggiungere prima possibile la quota necessaria per il grande salto.

foto di Fabio Barbieri Immagini

Donatello Giannetti

twitter

Spazio Sponsor: