napoleggiamo
up
home

18/03/2019

Napoli: necessario trovare gli accorgimenti giusti per eliminare i cali di tensione

Napoli: necessario trovare gli accorgimenti giusti per eliminare i cali di tensione

"L'abbiamo persa in albergo" è una frase tristemente famosa del recente passato del Napoli, pronunciata da Sarri a seguito della sconfitta subita a Firenze lo scorso campionato che sancì in maniera definitiva l'abbandono dei sogni scudetto a favore della Juventus. L'ex tecnico partenopeo, di fatto, sosteneva che la debacle in terra toscana era "figlia" del match vinto non senza polemiche la sera prima dai bianconeri a Milano contro l'Inter che aveva inciso negativamente sulla testa dei calciatori azzurri. Sebbene in parte vero, ciò evidenziò comunque una mancanza di personalità e di carattere da parte dei giocatori del Napoli i quali scesero in campo al Franchi privi di mordente perché probabilmente vittime di un'ingiustizia.

Si sa che nel calcio le motivazioni sono molto importanti e, con l'arrivo di Ancelotti, molti hanno pensato che il problema in casa Napoli si sarebbe risolto grazie all'esperienza ed curriculum del tecnico di Reggiolo. Invece quest'anno il fenomeno pare si sia intensificato, gli azzurri hanno alternato partite giocate ad altissimo livello a passaggi a vuoto inaspettati. Infatti, quando si è trovato al cospetto di avversari di prestigio come ad esempio le partite con PSG, Liverpool e Juventus il Napoli ha sfoderato delle prestazioni a dir poco esaltanti, invece quando la posta in palio era minima oppure l'obiettivo raggiunto o peggio ancora contro avversari sulla carta inferiori gli uomini di Ancelotti hanno avuto dei cali di concentrazione incredibili, si vedano le gare con Chievo Verona, Torino, Sassuolo e l'ultima con l'Udinese tanto per citarne qualcuna ma anche e soprattutto la doppia sfida con il Salisburgo in Europa League dove il Napoli ha messo a repentaglio la qualificazione nel finale del match di andata quando era in vantaggio di tre reti ed ha subito una sonora sconfitta al ritorno dopo essere addirittura passato in vantaggio.

Sotto questo aspetto i partenopei devono crescere per potersi avvicinare alle big europee e da questo punto di vista non può bastare affidare la guida tecnica ad un tecnico navigato ma è opportuno contravvenire seppur parzialmente alle strategie aziendali, ossia bisogna inserire in rosa qualche elemento di caratura internazionale con esperienza e carisma che sappia caricarsi sulle spalle i compagni e faccia la voce grossa nei momenti topici piuttosto che puntare soltanto su giocatori giovani di buona prospettiva ma con pochissima esperienza.

Antonio Rea

twitter

Spazio Sponsor: