napoleggiamo
up
home

10/03/2019

Sassuolo - Napoli 1-1, brutta prestazione e tanto turnover. A Salisburgo servirà ben altro

Sassuolo - Napoli 1-1, brutta prestazione e tanto turnover. A Salisburgo servirà ben altro

Una delle prestazioni più opache del 2019 rischia di far cadere il Napoli sul campo del Sassuolo che, dopo essere andato in vantaggio, si fa raggiungere nel finale da Lorenzo Insigne, della cui partita si salva solo il gol.

Ancelotti ne cambia otto rispetto alla gara di tre giorni fa con il Salisburgo. Torna dal primo minuto Lorenzo Insigne a far coppia con Dries Mertens, con Diawara, Ounas e Verdi chiamati ad una prova di sostanza per convincere il tecnico di reggiolo sulla loro affidabilità in questo finale di stagione. Tutto confermato nelle fila dei padroni di casa, che si schierano col classico 3-4-3 col tridente formato da Boga, Djuricic e Berardi che prova ad infastidire la coppia difensiva azzurra, nell’occasione composta da Koulibaly e Chiriches.

La prima frazione di gioco è favorevole agli azzurri che vanno vicini alla rete in più occasioni con Mertens, Verdi ed Insigne che però non mostrano la giusta cattiveria sotto porta. Gli uomini di De Zerbi provano a sfruttare la velocità di Berdardi e Boga, con quest’ultimo che nel finale di frazione spaventa Ospina e i seimila supporters del Napoli giunti in Emilia.

Nella ripresa i partenopei spariscono dal campo: il gioco, certamente non spumeggiante, ma comunque efficace del primo tempo lascia spazio ad una difesa ad oltranza che viene perforata da Berardi che al minuto 52 porta avanti i suoi. Il Napoli subisce il colpo e non riesce a reagire. Le giocate sono lente e la palla non viaggia. L’assenza dei vari Zielinski, Fabian e Callejon si fa sentire. Ancelotti prova a gettare nella mischia Milik e Younes, ma è da una giocata casuale che arriva il pareggio di Lorenzo Insigne che, al minuto 82, approfitta di un errore di Magnanelli e batte Pegolo col solito destro a giro. Nel finale gli azzurri provano a portare a casa i tre punti ma ancora una volta mostrano tanta indecisione e poca cattiveria nell’ultimo passaggio.

Questo pareggio porta a soli sei punti il vantaggio dal Milan terzo in classifica, un margine che dovrà essere amministrato in questo finale di stagione per non correre il rischio di trovarsi coinvolti in una volata-champions che portarebbe via energie preziose in vista di quello che sembra ormai il vero obiettivo di Ancelotti: l’Europa League.

Andrea Schettino

twitter

Spazio Sponsor: