napoleggiamo
up
home

07/03/2019

Napoli - Salisburgo 3 - 0: Milik e Ruiz a segno, nel finale Meret tiene inviolata la sua porta

Napoli - Salisburgo 3 - 0: Milik e Ruiz a segno, nel finale Meret tiene inviolata la sua porta

L'immeritata sconfitta incassata domenica contro la Juventus ha posto la parola fine sulle residue speranze di lottare per il primo posto in campionato, competizione nella quale occorre concludere il percorso nel modo migliore per difendere il secondo posto e tenere così a bada i possibili tentativi di ritorno delle due milanesi.

Il Napoli deve ora concentrare tutte le sue migliori energie sul percorso in Europa League, competizione nella quale gli azzurri hanno tutto le carte in regola per potersi giocare la vittoria del trofeo insieme alle grandi favorite, traguardo che, se dovesse essere raggiunto, renderebbe storica l'annata nell'anno in cui ricorre il trentennale della conquista della coppa Uefa. Gli azzurri, che nel turno precedente hanno superato senza eccessivi patemi lo Zurigo, riprendono il loro percorso nella seconda competizione continentale per club ospitando al San Paolo il Salisburgo, artefice nei sedicesimi dell'eliminazione del Bruges ribaltando in casa il ko di misura incassato in Belgio, nell'incontro valevole per l'andata degli ottavi di finale.

Ancelotti concede fiducia a Meret tra i pali, sceglie il tandem Hysaj-Mario Rui per presidiare le corsie laterali in difesa, conferma il centrocampo titolare e schiera Mertens accanto a Milik nel tandem offensivo concedendo un turno di riposo ad Insigne. Rose opta per il 4-3-1-2 nel quale Wolf agisce alle spalle della coppia Daka-Dabbur. Grazie ad una prova di grande autorevolezza i padroni di casa  regolano la compagine austriaca 3-0 e pongono una seria ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale anche se, per evitare rischi, la partita di ritorno non dovrà assolutamente sottovalutata.

I partenopei, consci del valore dei rivali, subiscono il loro pressing nelle battute iniziali ma alla prima occasione in cui recuperano palla verticalizzano e sbloccano la gara. Al decimo minuto  Zielinski innesca Mertens che confeziona un assist delizioso per Milik, bravo a dribblare il portiere e a depositare la sfera in rete per il suo primo sigillo europeo in stagione. Il vantaggio consente ai campani di difendersi con ordine per poi sprigionare la propria superiore qualità negli spazi per mettere alle corde l'undici in maglia bianca la cui coppia centrale confeziona errori in serie. Dopo otto minuti un'ottima manovra corale mette Callejon in condizione di servire Fabian Ruiz che al volo scarica il sinistro dalla distanza che s'insacca all'angolino per la prima rete nelle coppe europee  del giovane iberico.

Chiude i conti nella ripresa la maldestra autorete di Onguené che, su cross di Mario Rui, infila di testa il suo portiere per anticipare gli avversari. In un quadro generale molto positivo e all'interno del quale brillano le prove dei due centrocampisti centrali e del bomber polacco è doveroso registrare le sofferenze accusate in difesa nel finale, difficoltà che non hanno comportato conseguenze rilevanti solo grazie ad un eccellente Meret, autore di almeno tre patate determinanti. Alla Red Bull Arena  mancheranno purtroppo Maksimovic e Koulibaly,  diffidati ed ammoniti questa sera. 

Andrea Addezio

twitter

Spazio Sponsor: