napoleggiamo
up
home

25/01/2019

Ancelotti: vogliamo tenere aperto il campionato

Ancelotti: vogliamo tenere aperto il campionato

"A Milano mi aspetto maturità da parte dei ragazzi. Abbiamo già dato prova di essere cresciuti sotto il profilo caratteriale". Carlo Ancelotti, nella conferenza stampa di vigilia, parla della sfida di San Siro che per lui rappresenta anche un amarcord in virtù dei tanti anni trascorsi con il Milan sia da calciatore che da allenatore. 

"C'è piacere ed emozione nel tornare in uno stadio che ha rappresentato una parte importante della mia vita. Personalmente se potessi scegliere non giocherei mai contro il Milan, ma la professione lo impone. Quindi sono concentrato sulla partita e sarà anche bello riabbracciare Gattuso al quale sono legato sia umanamente che emotivamente".

E' più importante la partita di domani o quella in Coppa di martedì?

"Domani avremo un match diffcile che vogliamo affrontare con la massima decisione perchè è nostra intenzione restare in scia della Juventus e tenere aperto il campionato".

"Martedì poi ci sarà una gara a eliminazione diretta e ci penseremo dopo. Certamente non sceglierò la formazione di domani in relazione a ciò che possa decidere martedì. Giochiamo una sfida per volta e ora il pensiero è solo alla prima che arriverà".

Argomento Allan:

"Il giocatore resta con noi. De Laurentiis e la Società sono molto decisi a tenerlo in azzurro. Capiamo la situazione del ragazzo e anche le sue esigenze, però il Presidente è deciso a mantenere tutti in rosa".

"Il Club mi sta molto vicina in queste circostanze, è molto presente per ciò che riguarda le scelte di mercato e gestisce benissimo le questioni inerenti. Io devo pensare al campo ed al gruppo e facciamo tutto in perfetta comunione"

"Allan non è stato convocato perchè ha avuto una settimana mentalmente tribolata. Preferiamo tenerlo qui ad allenarsi in vista della gara di martedì".

A San Siro riproporrà Fabian Ruiz centrale?

"Fabian è un centrocampista moderno che può fare più ruoli ed esprimersi bene in varie posizioni. Non è un regista classico, ma ha grandi doti che gli permettono di occupare più zone del campo"

"Sotto questo profilo ho più giocatori duttili in rosa. Anche Zielinski, Insigne, Verdi, per esempio, possono svolgere più ruoli. Ho una rosa molto competitiva. Quando lo dicevo all'inizio mi avete preso in giro, adesso ve ne state accorgendo tutti".

Sarà anche sfida tutta polacca Milik-Piatek:

"Piatek sta mettendo in evidenza grandi capacità, ma io mi tengo stretto Arek che sta dimostrando di essere non solo un attaccante forte ma anche un calciatore che corre e si sacrifica per la squadra".

Domani si torna a San Siro dopo il caso Koulibaly...

"Non vogliamo troppo enfatizzare ciò che accadde a Kalidou a Milano contro l'Inter. Sono certo che la gente abbia compreso e che non si ripeteranno più questi episodi legati al razzismo".

Infine sul possibile prolungamento del contratto in azzurro:

"E' presto per parlarne. Sono qui da 6 mesi, facciamo passare un altro annetto e ne riparleremo. La Società mi ha accontentato quando chiesi di non toccare la rosa, adesso non voglio dare altre pressioni per ciò che riguarda me. Di certo sto benissimo a Napoli e il Napoli sta benissimo con me"

Fonte e Foto: SSCNapoli

twitter

Spazio Sponsor: