napoleggiamo
up
home

03/12/2018

Ruiz e Milik regalano la vittoria al Napoli. A Bergamo finisce 2-1

Ruiz e Milik regalano la vittoria al Napoli. A Bergamo finisce 2-1

Nella 14esima giornata della Serie A 2018-2019, il Napoli è ospite dell'Atalanta, per i tre punti che lo tengono a -8 dalla Juve e a +3 dall’Inter.

Ancelotti propone il seguente 11: Ospina in porta; Maksimovic, Koulibaly, Albiol e Mario Rui quartetto difensivo; Hamsik, Allan, Callejon e Fabian a centrocampo; Mertens e Insigne in attacco.

Gasperini manda in campo il solito 3-4-1-2 con l’ex Zapata punta centrale e Gomez insieme a Rigoni (al posto dello squalificato Ilicic) a supporto. Arbitra Giacomelli di Trieste.

Pronti-via e il Napoli va subito in vantaggio al 2’ grazie ad uno scambio Insigne-Fabian sul filo del fuorigioco, ma lo spagnolo è freddo e batte Berisha. E da qui in poi il Napoli comincia la solita sequenza di gol sbagliati, inaugurata da Fabian che tutto solo davanti a Berisha calcia male. E’ poi la volta al 27’ di Insigne che sul filo del fuorigioco calcia male con Berisha in uscita. L’Atalanta attacca, ma occasioni veramente clamorose non ne attua. Alla fine del primo tempo il Napoli va al riposo in vantaggio per 1-0.

Ad inizio dei secondi 45’ minuti l’Atalanta si mostra arrembante con uno Zapata scatenato. Al 53’ va benissimo al Napoli con Freuler che calcia addosso ad Albiol a colpo sicuro. Al 56’ però la Dea pareggia, grazie al lavoro di Gossens sulla sinistra che sfrutta uno scivolone di Callejon, mette al centro, un paio di rimpalli e la palla giunge a Zapata che batte il connazionale Ospina. E’ l’1-1. Secondo gol per l’ex in campionato. Ancelotti comincia a mandare dentro Hysaj e Zielinski al posto di Maksimovic e Fabian Ruiz (stanco). Ma la mossa vincente è l’ingresso al minuto 82’ di Milik al posto di Mertens. Al minuto 86’ Mario Rui imbecca bene il centravanti polacco, gran controllo e poi sinistro al volo che batte Berisha. E’ il 2-1finale, anche se Insigne si divora il 3-1 (bravo però Berisha) al 90’.

Vince il Napoli, dopo lo scialbo 0-0 interno col Chievo. Cerca di mettere un minimo di pressione alla Juventus, che però dorme sonni tranquilli a quota 40 punti (contro i 32 azzurri). Il Napoli distacca l’Inter (ferma a 29) ed attende venerdì sera Juventus-Inter per guadagnare punti su entrambe o perlomeno su una delle due pretendenti in classifica (al San Paolo è di scena il Frosinone)

Vincenzo Perrella

twitter

Spazio Sponsor: